Il Portale della psichiatria e della psicologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Trauma, abuso e violenza
Andare oltre il dolore

di Antonio Onofri e Cecilia La Rosa
2017 - Edizioni Paoline - Prezzo 16,00 euro

Esiste una vasta letteratura scientifica sui temi del trauma e della violenza e altrettanti manuali di self-help. Rari sono invece i testi capaci di offrire una chiara ed esauriente sintesi teorica e al contempo fornire indicazioni pratiche su come riconoscere e curare i disturbi. In questo volume Antonio Onofri e Cecilia La Rosa coniugano semplicità espositiva e rigore scientifico e rendono gli argomenti trattati fruibili anche ai lettori non esperti. I temi affrontati vanno dalla comprensione di cosa deve intendersi per trauma psicologico, all’elencazione dei principali tipi di trauma, dalle conseguenze dell’esposizione a essi, fino alla loro descrizione e a indicazioni sulle cure. A quest’ultimo aspetto gli autori dedicano due capitoli: il primo incentrato sull’auto aiuto, il secondo sulle terapie da svolgere con il sussidio di specialisti.
• Il testo è ricco di box esplicativi e riassuntivi, tabelle e questionari per il riconoscimento dei disturbi post traumatici.
• In ogni capitolo sono consigliati un romanzo, un film e un saggio di facile lettura per approfondire gli argomenti trattati.
• I capitoli dedicati alla cura dei disturbi traumatici offrono suggerimenti e consigli pratici.
Gli autori
ANTONIO ONOFRI, medico, psichiatra, insegna Psicoterapia cognitiva presso numerose Scuole di Specializzazione e Psicologia clinica presso l’università La Sapienza di Roma. È titolare dell’Ambulatorio per i Disturbi da Stress Post-Traumatico l’Ospedale Santo Spirito di Roma e membro del Direttivo della Associazione Italiana per l’EMDR. Il suo sito è antonioonofri.it.
CECILIA LA ROSA è medico, psichiatra e psicoterapeuta cognitivo comportamentale. Insegna Psicoterapia Cognitivo Comportamentale presso la scuola di Psicoterapia Cognitiva di Napoli ed è socia e insegna psicoterapia cognitivo comportamentale presso la Psicoterapia Training School. Insieme a Antonio Onofri è tra i fondatori del portale dedicato alla psichiatria e alla psicologia www.apertamenteweb.it. Il suo sito è www.cecilialarosa.com


Il Cervello in Amore: Le Donne e gli Uomini ai Tempi delle Neuroscienze
di  Grazia Attili
2017, Il Mulino

Quando all'inizio di una storia d'amore il nostro cuore batte all'impazzata, in realtà è il cervello, con le sue componenti chimiche, a scatenare quell'insieme di emozioni e di euforia. Ma anche quando l'amore finisce le aree cerebrali hanno un ruolo nella disperazione che subentra dopo la rottura. Nei tanti modi di amare, a cominciare da quello così differente tra donne e uomini, sono allora i neurotrasmettitori, i geni, o i fattori relazionali, i responsabili di tanta diversità? Qui si parla di rapporti di coppia, del loro nascere e mutare nel tempo, di crisi e infedeltà, e del buon andamento di una relazione: un racconto rigoroso e divertente, in cui ciascuno di noi si riconoscerà, che combina la prospettiva evoluzionistica con le neuroscienze, ma anche con storie di vita, letteratura e cinema. Per conoscere le ragioni biologiche del come e del perché amiamo. Un libro utile anche quanti si occupano di attaccamento e sono interessati ai correlati neurali dell’attaccamento di coppia, ai circuiti cerebrali che emergono dalle differenti forme di accudimento materno e all’impatto che essi hanno sui diversi modi di amare.

Il tuo sangue è rosso come il mio. Immigrazione e psicologia dell'accoglienza
di Ezio Zucconi Mazzini, Gilberta Alpa
Alpes Italia, Collana: La malattia del potere
2016, euro 23.00

Questo libro spazia dalle origini remote dell'immigrazione alla psicogenesi del pregiudizio, del razzismo e dei razzismi mascherati. Il grande problema dell'immigrazione inizia con il trauma dell'esilio e dell'accoglienza che può essere curato con la psicologia dell'Altruismo per cui il Noi non è la somma di tanti Io. La nostra specie si è evoluta per effetto delle continue migrazioni, per questo abbiamo inteso parlare dei migranti, non come un problema ma come di una grande opportunità, considerando le loro sofferenze, i loro dubbi, le loro difficoltà, i loro tentativi di adattarsi e cambiare. Perché sono fonte di vita e di conoscenza per tutti noi mentre il loro sacrificio in mare o sui muri eretti in tutta Europa, ci ricorderà per sempre il nostro silenzio e la nostra indifferenza. Tutte le religioni, ma anche le morali laiche, come ampiamente descritto nel capitolo sui Diritti Umani Universali, riguardano la libertà, l'uguaglianza, la dignità e la solidarietà che fanno apprezzare le differenze come ricchezza e opportunità: perché non riconoscere e apprezzare le diversità e l'Alterità è un modo di preparare la strada al razzismo e alla xenofobia, purtroppo dilagante anche nel nostro Paese. Nel volume è ben esplicitata anche la nostra innovativa ricerca sulla nascita del Sé morale e sull'importanza del pluralismo culturale che amplia gli orizzonti dei saperi e della cultura che sono i fattori evolutivi di crescita e di civilizzazione.


Rimuginio, Teoria e terapia del pensiero ripetitivo
di Gabriele Caselli, Giovanni M. Ruggiero, Sandra Sassaroli
Raffaello Cortina Editore 27,20 euro
Il tema del rimuginio nelle sue svariate forme, è stato oggetto di numerosi studi da parte del gruppo ricerca di Studi Cognitivi, da oltre 15 anni. Questo testo ricapitola i risultati teorici, empirici e clinici della letteratura internazionale e del nostro percorso di ricerca. Gli autori hanno voluto offrire nelle sue sezioni sia un impianto teorico più chiaro ed esaustivo possibile sui processi di regolazione cognitiva e sul ruolo della conoscenza metacognitiva. Inoltre il loro scopo è stato quello di proporre anche  un manuale pratico, a uso dei clinici, che insegni a intervenire sugli scopi, le credenze metacognitive che orientano il rimuginio e sugli aspetti attentivi e comportamentali che lo mantengono nel tempo.



COME RENDERE COMPRENSIBILE UN TESTO
di Maria Luisa Gargiulo , Alba Arezzo
Contributi Carlo Hanau
Franco Angeli Editore, 25 uero
https://www.francoangeli.it/ricerca/Scheda_libro.aspx?ID=23955&Tipo=55

Il libro si rivolge ad insegnanti, educatori, assistenti alla comunicazione, genitori di bambini con disabilità o bisogni speciali, persone che producono testi o devono personalizzarli per fasce specifiche di utenti.
Vengono presentate indicazioni operative per migliorare la comprensibilità di un testo scritto, attraverso l’analisi delle barriere che possono ostacolarne la comprensione. Obiettivo finale è l’adattamento di un testo, senza ecessariamente ridurre la quantità di informazioni dell’originale. Utile in contesti di apprendimento e in ambiente scolastico, il volume si sofferma sull’importanza di esplicitare gli aspetti impliciti di un testo (in relazione a deficit metacognitivi, disturbi dello spettro dell’autismo e disturbi della comunicazione) e di operare la descrizione analitica delle immagini (in base a deficit visivo o problemi di decodifica delle illustrazioni). Destinatari sono persone con difficoltà specifiche (disturbi autistici ad alto funzionamento, deficit visivo con scarsa esperienza, deficit uditivo e difficoltà a decodificare il linguaggio, difficoltà a comprendere gli aspetti formali e pragmatici della comunicazione, deficit intellettivo lieve). Vi si trovano numerosi esempi sulle tecniche di esplicitazione e di descrizione come forme di facilitazione della comprensione, attraverso la rielaborazione strutturale e formale di parole, frasi, contenuti e immagini di un testo.
Le autrici: Maria Luisa Gargiulo  - Psicologa e psicoterapeuta, lavora da oltre 20 anni con ragazzi e bambini in difficoltà, con i loro genitori ed insegnanti. Consulente, formatore e supervisore di progetti per persone in età evolutiva con deficit visivo o doppia diagnosi, ha pubblicato per Franco Angeli “Il bambino con deficit visivo”  (2005) e “Crescere Toccando” (2009).
Alba Arezzo  - Laureata in Lettere e in Scienze dell’Educazione e della Formazione, lavora in ambito educativo come assistente alla comunicazione tiflodidattica e come educatrice per persone con disabilità visiva associata ad altri deficit, disturbi dello spettro autistico, deficit intellettivo, disturbi comportamentali.


L’enactment nella relazione terapeutica
di Giuseppe Craparo
Raffaello Cortina Editore, euro 11,90
( http://www.raffaellocortina.it/scheda-libro/giuseppe-craparo/lenactment-nella-relazione-terapeutica-9788860308825-2536.html )

Partendo da una rassegna aggiornata della letteratura psicoanalitica, che mette a confronto la concezione dell’enactment nel modello teorico delle relazioni oggettuali e in quello relazionale, l’autore propone una personale riflessione teorico-clinica sull’enactment, intendendolo come una messa in atto, da parte del paziente, di memorie traumatiche depositate in aree “disaggregate” del proprio Sé, che fanno risuonare nel terapeuta contenuti protopsichici del suo inconscio personale responsabili di una temporaneadissociazione corpo-mente. Si tratta quindi di una comunicazione fra inconsci. Ma a quale tipo di inconscio bisogna fare riferimento? Prendendo spunto dalla propria esperienza clinica, l’autore suggerisce che si tratti dell’inconscio non rimosso, ovvero di un inconscio primitivo, pre-riflessivo, pre-verbale, un organo emotivo-ricettivo capace, nei soggetti sani, di intercettare il segnale emotigeno e di inviarlo all’altro inconscio, quello rimosso, perché possa essere simbolizzato e mentalizzato: una capacità, questa, che risulta gravemente compromessa nei cosiddetti pazienti difficili.
In sintesi, il riferimento all’inconscio non rimosso porta a interpretare l’enactment come un temporaneo blackout di tipo dissociativo, che assume una fondamentale importanza per raggiungere quei nuclei emotivi del paziente esclusi dal circuito della simbolizzazione e dell’elaborazione verbale.
Biografia dell'autore
Giuseppe Craparo è dottore di ricerca in Psicologia, psicoterapeuta, psicoanalista e docente di Psicologia clinica presso la facoltà di Scienze dell’uomo e della società dell’Università “Kore” di Enna. È inoltre socio fondatore della Società italiana di psicodiagnostica clinica (SIPDC), membro ordinario dell’American Psychological Association (APA) e dell’Associazione italiana di psicologia (AIP) e socio aggregato dell’Associazione di studi psicoanalitici (ASP).


Vivere con la fibromialgia
Strategie psicologiche per affrontare il dolore cronico

Il libro di Ciro Conversano e Laura Marchi è pubblicato da Eclipsi, Edizioni di Psicologia, Psichiatria e Psicoterapia ed è in vendita al seguente link http://www.eclipsi.it/libri/vivere-con-la-fibromialgia/334 del sito di Eclipsi. Prezzo 12,75 euro

"Comprendere il trauma, dalla diagnosi al trattamento"
a cura di Antonella Ivaldi, Daniela D'Elia e Daniela Lo Nero

prefazione di ANTONIO ONOFRI *

Con vero piacere presento questo testo curato da Antonella Ivaldi, pensato soprattutto per gli studenti e gli specializzandi, ma che sicuramente anche i clinici più esperti apprezzeranno come una utile sistematizzazione, ricca di  interessanti spunti di riflessione.
Si tratta di un lavoro collettivo, nato all’interno di una scuola di specializzazione, la Humanitas di Roma -  presso la quale io stesso sono docente - per iniziativa di un gruppo di giovani terapeuti in formazione, che ho avuto il piacere di conoscere, seguire e formare soprattutto nel campo dei disturbi dello spettro post-traumatico e della applicazione dell’EMDR. Ne ho potuto quindi apprezzare in più occasioni, (traendone io stesso stimoli preziosi) l’entusiasmo, la curiosità, oltre alla già solida professionalità.
Per quanto riguarda l’eziologia dei disturbi psicopatologici è ormai condiviso dalla comunità scientifica il cosiddetto “modello biopsicosociale”: tra i vari fattori considerati rilevanti,  sicuramente gli eventi stressanti, gli accadimenti negativi di vita e i traumi rivestono un ruolo particolarmente importante. Ma mentre in psichiatria fà ancora fatica ad affermarsi una “cultura del trauma”, questa sembra ormai piuttosto diffusa nel campo della psicoterapia e della psicologia clinica. Ben venga allora questo testo che offre un ulteriore contributo alla diffusione in Italia di quel sapere psicotraumatologico  che è stato recepito - almeno in parte - anche dal DSM 5,  con il suo capitolo interamente dedicato ai “Disturbi Stress e Trauma correlati”. Del resto, il mondo delle neuroscienze e quello della psicologia non sono mai sembrati così vicini, come testimoniato in più parti da questo stesso volume: la neurobiologia dello sviluppo e della relazione, le nuove conoscenze neurofisiologiche legate al trauma, gli interventi bottom –up e gli studi sugli effetti cerebrali di approcci psicoterapeutici come la mindfulness, il neurofeedback, e soprattutto dell’approccio EMDR, con il suo grande impulso alla ricerca clinica evidence-based , vi stanno contribuendo grandemente. Nel testo vengono passati efficacemente in rassegna, -sintetizzati ed esemplificati in una modalità con un esplicito fine didattico, ma senza la rigidità espositiva che un manuale “classico” avrebbe richiesto – tutti i più moderni contributi provenienti dalla cosiddetta “area del trauma”. Trovo infine particolarmente utile aver brillantemente illustrato un concetto di grande rilevanza clinica per la nuova psicotraumatologia: i traumi relazionali sempre più vengono concettualizzati, per le loro ricadute nel lungo periodo sullo sviluppo della personalità, non solo nei termini di abusi e maltrattamenti, ma anche nei termini dei traumi cosiddetti “negativi”: assenze del caregiver, disattenzioni, trascuratezze, mancate sintonizzazioni. Attraverso il focus su queste dinamiche si sono andate ulteriormente saldando tra loro  il modello della psicotraumatologia e la teoria dell’attaccamento,  avendo ormai entrambe le aree tratto grande impulso alla ricerca e all’approfondimento clinico da quelle particolari dinamiche nel rapporto bambino / caregiver che sono ormai conosciute come “disorganizzazione dell’attaccamento” e delle quali il lettore troverà valide esemplificazioni teoriche e cliniche all’interno del volume.

* Antonio Onofri è psichiatra e psicoterapeuta, Didatta della SITCC. Vicepresidente e Supervisore della Associazione Italiana per l’EMDR. Titolare dell’Ambulatorio per i Disturbi da Stress Post- Traumatico dell’Ospedale Santo Spirito a Roma, Presidente della Unità di Terapia del Trauma del Centro Clinico de Sanctis a Roma e Chair dello “Special Interest Group on Trauma and Dissociation” della EABCT sulla piattaforma Linkedin. Membro del Board della Newsletter della ESTD. Redattore della rivista Psicobiettivo. Docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Humanitas.  Membro della Direzione Didattica della Psicoterapia Training School di Roma.

INDICE DEL LIBRO


 




"LA CO-TERAPIA NEI DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE. UNA PROSPETTIVA COGNITIVO EVOLUZIONISTA"
di Cristiano Ardovini, Cecilia La Rosa, Maria Giuseppina Mantione, Alessandra Muscetta, Maria Ricci
Giovanni Fioriti Editore
Prezzo: 16 euro
E' il libreria o ordinabile on line il libro "La Co-terapia nei disturbi dell'alimentazione: una prospettiva cognitivo evoluzionista" di
Cristiano Ardovini, Cecilia La Rosa, Maria Giuseppina Mantione, Alessandra Muscetta, Maria Ricci per Giovanni Fioriti Editore. La frequente necessità, nella pratica clinica del trattamento dei disturbidell’alimentazione (DA), di affiancare alla psicoterapia individuale altri interventi operati da specialisti diversi (terapeuti familiari o di gruppo, medici internisti o nutrizionisti) è giustamente consideratauna conseguenza dell’intrinseca complessità di una patologia che di regola associa alla sofferenza mentale individuale le dimensioni della comunicazione intra-familiare disturbata, delle compromesse relazioni sociali extra-familiari, e delle alterate funzioni corporee.
L’esplorazione della possibilità e dei vantaggi di una co-terapia unitaria al posto di un semplice accostamento di interventi diversi e isolati l’uno dall’altro pur essendo rivolti alla stessa paziente costituisce dunque una frontiera di grande interesse nei trattamenti innovativi dei DA. Questo libro è un esempio ammirevole e originale di tale esplorazione.



"TREATING DISSOCIATIVE AND PERSONALITY DISORDERS. A MOTIVATIONAL SYSTEM APPROACH TO THEORY AND TREATMENT"  di Antonella Ivaldi
Editore  Routledge, Stati Uniti   
( https://www.routledge.com/products/9780415641401 )

Rivolto ai clinici di ogni provenienza, questo manuale parte dall’assunto che le rigide divisioni di scuola siano solo un ostacolo.
Esso costituisce la riverberazione clinica, con un fondamento teorico importante, del modello dei common factors e, promuovendo un’ottica d’integrazione di modelli, introduce la questione dei rapporti tra assetti traumatici e disturbi di personalità. Il modello RE.MO.T.A. costruisce un ponte tra le due principali teorie multi-motivazionali: quella psicoanalitica di J. Lichtenberg e quella cognitivo-evoluzionista di G. Liotti e, nel farlo, utilizza una moltitudine di dati provenienti da diverse fonti – la ricerca sull’infanzia, l’evoluzionismo, le neuroscienze, le teorie del trauma complesso, il trattamento dei disturbi dissociativi e della personalità, la psicologia sociale, la teoria dei sistemi complessi, la psicoterapia di gruppo –  coprendo così un vasto terreno, nel tentativo di rispondere alla complessità di alcuni quadri psicopatologici con altrettanta complessità.Le numerose storie cliniche narrate evidenziano come sia possibile integrare contributi diversi all’interno di un modello multidimensionale eziopatogenetico della cura, secondo il quale la mente è una manifestazione della relazione tra il corpo e il mondo. Leggendo questo libro apparirà chiaro che le teorie possono davvero diventare strumenti utili solo se trattate con spirito critico, per avventurarsi in ciò che non conosciamo e non conosceremo mai completamente: la relazione con l’altro, unica e irripetibile.
* Antonella Ivaldi, psicoterapeuta, psicoanalista relazionale, gruppoanalista, è didatta presso Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dell’Università la LUMSA di Roma, l’Istituto di Psicoanalisi Relazionale e Psicologia del Sé (ISIPSÉ) e la Scuola di Psicoterapia Cognitiva (SPC).



Progetto di FComunicazione
Torna ai contenuti | Torna al menu